tugofwar700Avete mai sentito il vostro partner tirando via da voi e più si spinto, più lui o lei si ritirò?

O forse sei stato dall’altra parte di questo dramma in cui l’energia invadente del tuo partner ti ha allontanato più lontano da lui o da lei.

Se è così, non sei certamente solo!

Vediamo questo dramma push-pull in così tante relazioni, nelle nostre relazioni passate-e si apre ogni tanto anche ora nel nostro rapporto.

Ecco una lettera di Claire su questo argomento in cui fa una domanda che è una sfida relazionale estremamente comune

“Cari Susie e Otto,

Io e mio marito abbiamo un buon rapporto, ma a volte striscia così lontano nel suo buco che non riesco a raggiungerlo e mi fa impazzire. Finisco per chiedergli” cosa c’è che non va ” numerose volte e spingendolo per un qualche tipo di risposta, ma tutto ciò che fa è farlo ritirare da me ancora di più!

Cosa posso fare per dargli lo spazio di cui ha bisogno ma sentire ancora una connessione con lui?”

Ecco la nostra risposta

La tua domanda deve essere vecchia come Adamo ed Eva e altrettanto frustrante se sei il” pusher “o il” puller.”

È abbastanza naturale iniziare a spingere quando senti che l’amore ti viene tolto.

Questo è un impulso molto primordiale dal tuo vecchio cervello lucertola che vede tutto come una minaccia per la tua sopravvivenza immediata.

È una visione piuttosto miope del tuo rapporto e della tua situazione, ma è quello che molti di noi fanno ripetutamente anche quando sappiamo meglio.

È anche abbastanza naturale reagire da quello stesso cervello di lucertola quando senti che sei spinto spingendo indietro o ritirandoti e allontanandoti.

Quindi la domanda è

Come dici al tuo cervello lucertola di rilassarsi e invece reagire (o non reagire affatto) dal posto dentro di te che non è coinvolto nella storia e nelle emozioni?

Ecco 3 modi che usiamo quando cadiamo in questa trappola push/pull per riportare la nostra relazione in rotta–che puoi
usare troppo

Riconoscere quando sei caduto nella trappola push/pull

Nulla può cambiare fino a quando non inizi a notare quando sei nel modello.

Una donna che conosciamo ha vissuto nell’inferno push/pull per molti anni con sua figlia adulta. Nel “cercare” di essere utile e amorevole, la donna suggerisce e fa raccomandazioni a sua figlia. Sua figlia si allontana.

Quando le abbiamo chiesto di parlarci di una volta recente, una domanda che ha usato ha davvero spinto via sua figlia– ” Vuoi davvero farlo?”

In altre parole, quando questa donna ha fatto questa domanda, sua figlia ha sentito “Non lo stai facendo bene–Non puoi pensare da solo” e ha fatto quello che il suo cervello di lucertola le ha detto di fare e che era quello di allontanarsi da sua madre.

Rendersi conto delle parole esatte e del tono che usava in quelle situazioni aiutava questa donna a vedere cosa succede più chiaramente.

Riconosci il pensiero che crea questo dramma relazionale push-pull

Tutti noi inventiamo storie che possono o non possono essere vere. Quei pensieri vanno e vengono.

Se vuoi mantenere la tua connessione, il tuo lavoro è riconoscere quando le tue chiacchiere mentali ti stanno facendo girare in modi che possono uccidere la connessione e non comprarci dentro.

Questa donna sta imparando a fare un respiro profondo quando inizia quella strada push/pull e non presta attenzione al pensiero che deve ancora guidare la vita di sua figlia affinché lei abbia successo.

I pensieri di Claire(la donna che ha scritto in) potrebbe andare qualcosa di simile

“Qualcosa non va in noi e devo risolvere il problema in questo momento.”

Qualunque sia il tuo chatter mentale, riconoscilo, respira e impedisci a te stesso di fare ciò che fai normalmente.

Non devi prestare attenzione ad esso o agire su di esso.

Parla dal tuo cuore senza spingere in avanti

Se il tuo partner si è ritirato da te e “vuole un po ‘di spazio” sia parlato che non detto, come abbiamo detto, può essere molto spaventoso e causare molti dubbi e ansia, anche in una relazione “impegnata”.

Abbiamo scoperto che un paio di semplici domande per saperne di più possono aiutare la situazione.

Con la massima calma possibile, puoi chiedere questo: “Cosa significherebbe” un po ‘di spazio” per te?”e poi ascoltare senza mettersi sulla difensiva.

–>Il video gratuito ti dà parole magiche per dirlo bene ogni volta–>

Sappiamo che può essere difficile bypassare le vecchie abitudini, ma se vuoi creare più fiducia tra voi due, devi ascoltare–e questo non significa essere d’accordo.

Se il tuo partner tace e si allontana per un considerevole periodo di tempo, puoi chiedere qualcosa di simile (dopo esserti calmato)

“Mi sono sentito lontano da te e mi piacerebbe sapere se è qualcosa che ho detto o fatto o se hai qualcos’altro in mente. Mi piacerebbe se potessi sentirmi di nuovo piu ‘ connesso con te. Vuoi anche questo?”

Il segreto per porre fine al dramma della relazione push-pull (o abbreviare il tempo trascorso in esso) è essere in grado di vedere cosa succede e riscrivere come parli e agisci quando ci sei dentro.

Questo è solo un modo in cui le coppie si separano l’una dall’altra e non deve rovinare le relazioni.

Inizia oggi a sfidare te stesso nella recitazione e nel parlare da un posto più consapevole e amorevole dentro di te