Il resveratrolo è un composto naturale prodotto nelle bucce d’uva e in altre piante come difesa naturale contro le tossine. Questo composto si trova comunemente nel vino, con concentrazioni più elevate che si verificano nelle varietà rosse. Alcune delle funzioni del resveratrolo includono l’inibizione dell’aggregazione piastrinica (coagulazione del sangue), il metabolismo dei grassi e l’aumento degli effetti antiossidanti. Esattamente come funziona il resveratrolo è ancora un mistero. La ricerca sui suoi benefici è ancora relativamente giovane, ma il resveratrolo è spesso considerato uno degli integratori più promettenti mai visti.

Benefici del resveratrolo

Sono stati pubblicati oltre 500 articoli sull’associazione tra la supplementazione di resveratrolo e una varietà di tratti di salute. Il resveratrolo aiuta il corpo a combattere l’infiammazione abbassando la produzione e la risposta del corpo ai composti infiammatori. Le proprietà antiossidanti naturali del resveratrolo contribuiscono anche alle sue proprietà antinfiammatorie.

Malattie cardiovascolari (CVD)

Le malattie cardiovascolari si riferiscono generalmente a condizioni che coinvolgono vasi sanguigni ristretti o bloccati che possono portare a infarto, dolore toracico (angina) o ictus. A volte è anche indicato come” malattia coronarica “o”malattia cardiaca”. Altre condizioni cardiache, come quelle che influenzano il muscolo cardiaco, le valvole o il ritmo, sono considerate anche forme di malattie cardiache. Le malattie cardiache sono la principale causa di morte per uomini e donne negli Stati Uniti. Si stima che circa 1 ogni 4 decessi siano dovuti a malattie cardiache ogni anno.

La ricerca preliminare nell’uomo suggerisce che l’assunzione di resveratrolo può aiutare a ridurre i fattori di rischio per le malattie cardiovascolari, come i livelli lipidici e i marcatori infiammatori nelle popolazioni con un rischio elevato. La ricerca è in realtà così promettente che uno studio pubblicato ha riportato “I nostri risultati mostrano per la prima volta che un intervento dietetico con resveratrolo d’uva potrebbe integrare la terapia gold standard nella prevenzione primaria della CVD”.

Pressione alta

Uno studio di ricerca negli uomini con pressione alta, chiamato anche ipertensione, ha dimostrato che l’assunzione di resveratrolo può provocare una moderata diminuzione della pressione sanguigna. La pressione sanguigna è la forza del pompaggio del sangue contro le pareti delle arterie. Con l’ipertensione, lo stress ripetuto sulla parete dell’arteria può causare danni e problemi di salute come le malattie cardiache. Poco più di un quarto degli adulti negli Stati Uniti ha la pressione alta.

Sindrome metabolica

Come menzionato sopra, gli studi clinici sui benefici per la salute del resveratrolo per CVD hanno anche mostrato un legame tra supplementazione di resveratrolo e disturbi metabolici. La sindrome metabolica è il nome generico per qualsiasi numero di condizioni e fattori di rischio che aumentano il rischio di CVD o altre condizioni potenzialmente letali. Le condizioni della sindrome metabolica possono includere, ma non sono limitate a, obesità, diabete, colesterolo alto sono tutti associati a un rischio più elevato di CVD. Con l’aumento dei tassi di obesità, la sindrome metabolica colpisce ben 1 su 4 persone negli Stati Uniti. Per quelli con ipercolesterolemia, o colesterolo alto, studi di ricerca hanno dimostrato che l’assunzione di resveratrolo può causare una moderata diminuzione del colesterolo “cattivo” (LDL) nelle persone obese e nelle persone a rischio elevato di malattie cardiovascolari. Circa 1 su 3 adulti negli Stati Uniti hanno il colesterolo alto.

La supplementazione di resveratrolo può anche beneficiare delle seguenti condizioni, ma gli studi clinici e di ricerca sono ancora giovani:

  1. BPCO (Broncopneumopatia cronica ostruttiva)
  2. Demenza
  3. Morbo di Alzheimer
  4. Tumori

Fonti di resveratrolo

Il resveratrolo ottiene molta pubblicità perché si trova nel vino rosso. E mentre un bicchiere o due di vino rosso ogni notte può essere utile per voi, si vorrà ottenere resveratrolo da altre fonti o integratori per sperimentare il massimo beneficio. Gli integratori non sono regolamentati dalla FDA, quindi la loro qualità e il loro contenuto non sono garantiti .

Gli alimenti elencati di seguito contengono alcune delle più alte quantità di resveratrolo presenti in natura. Le bucce delle uve rosse contengono quantità particolarmente elevate, ma anche le uve bianche (e il vino bianco) contengono resveratrolo. Sarebbe facile soddisfare i tuoi obiettivi giornalieri di resveratrolo con questi alimenti sani.

  1. Uva
  2. succo d’Uva
  3. Arachidi
  4. Cacao
  5. Mirtilli
  6. Mirtilli

ho Bisogno di Un Integratore di Resveratrolo?

Il resveratrolo non è qualcosa che il corpo umano ha bisogno di funzionare, e non vi è alcun livello di base, quindi non si può essere carenti in esso. Tuttavia, la risposta alla domanda di ” Dovrei integrare con resveratrolo?”è molto probabile che sia “Sì”. Le eccezioni sono individui che sono su erbe anticoagulanti o antipiastrinici e farmaci (maggiori informazioni di seguito).

Di quanto resveratrolo ho bisogno?

Non c’è RDA (quantità giornaliera raccomandata) per il resveratrolo a partire da questo momento. Gli studi dimostrano che i benefici possono essere visti da dosi a partire da 5 – 10mg fino a 5g al giorno. Per riferimento, un bicchiere standard da 6 once di vino rosso contiene circa 12 mg di resveratrolo.

Quali sono gli effetti collaterali del resveratrolo?

Negli studi di ricerca, gli effetti collaterali noti includono disturbi intestinali e nausea. In rari casi, sono stati riportati facilmente sanguinamento e lividi. Il resveratrolo può rallentare la coagulazione del sangue. Se sta assumendo anticoagulanti o altri farmaci che rallentano la coagulazione del sangue (come l’aspirina), la supplementazione di resveratrolo non è consigliata. La supplementazione di resveratrolo non è stata studiata durante la gravidanza e l’allattamento e deve essere evitata.

Ci sono farmaci o integratori che non dovrei assumere con il resveratrolo?

La supplementazione di resveratrolo è considerata sicura ad eccezione di alcune potenziali interazioni, come elencate di seguito:

Anticoagulante/antiaggregante e integratori

Il resveratrolo ha lievi effetti antipiastrinici negli esseri umani. Teoricamente, l’uso concomitante di resveratrolo con erbe o farmaci che hanno attività anticoagulante o antipiastrinica potrebbe aumentare il rischio di lividi e sanguinamento in alcune persone.

Queste erbe includono angelica, chiodi di garofano, danshen, partenio, aglio, zenzero, ginkgo, ginseng Panax, ippocastano, trifoglio rosso, curcuma e altri.

Erbe con attività estrogenica

Ci sono prove dalla ricerca in vitro che il resveratrolo potrebbe avere effetti estrogenici – può aumentare gli effetti degli estrogeni nel corpo. Teoricamente, il resveratrolo potrebbe avere effetti additivi o antagonisti con erbe che hanno attività estrogenica.

Alcune di queste erbe includono erba medica, cohosh nero, chasteberry, semi di lino, luppolo, ipriflavone, kudzu, liquirizia, trifoglio rosso, soia e altri.

resveratrolo estrogenico

Farmaci anticoagulanti/antipiastrinici

Il resveratrolo sembra avere effetti antipiastrinici. Teoricamente, l’assunzione di resveratrolo con altri farmaci antipiastrinici o anticoagulanti potrebbe aumentare il rischio di lividi e sanguinamento.

Alcuni di questi farmaci includono l’aspirina; clopidogrel (Plavix); farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) come diclofenac (Voltaren, Cataflam, altri), Advprofene (Advil, Motrin, altri), naproxene (Anaprox, Naprosyn, altri); dalteparin (Fragmin); enoxaparina (Lovenox); eparina; warfarin (Coumadin); e altri.

Dovresti integrare con resveratrolo?

Gli individui con malattie cardiovascolari e / o sindrome metabolica beneficeranno maggiormente di un integratore di resveratrolo. Per quelli a rischio per tali condizioni di salute, il resveratrolo può fornire benefici preventivi. Anche se non sei considerato a rischio di CVD o disturbi metabolici, l’uso quotidiano di resveratrolo attraverso 1-2 bicchieri di vino rosso (o la quantità equivalente attraverso altri alimenti o integratori) molto probabilmente andrà a beneficio della tua salute a lungo termine.